Una culla pericolosa

Luogo: Provincia di Torino, Piemonte

Data: inverno 2011

Comparto produttivo: metalmeccanica

Esito: infortunio con esito mortale

Dove è avvenuto: reparto di trasformazione e taglio lamiere

Cosa si stava facendo: tre lavoratori operavano nella linea di taglio longitudinale dei coil: uno si trovava al pulpito di comando e gli altri due seguivano la sezione terminale della linea.

Descrizione infortunio: l’infortunato si è avvicinato a tre coil estratti dall’aspo e depositati temporaneamente sulla culla per tranciare le spire che fuoriuscivano dal foro centrale. I tre coil si sono inclinati e si sono rovesciati schiacciando l’infortunato contro l’aspo avvolgitore che si trovava alle sue spalle. 

Come prevenire:
• modificare del profilo della culla, dotandola di “spallette” e di dispositivi di blocco in grado di impedire il ribaltamento dei coil;
• regolamentare lo stoccaggio temporaneo dei coil sulla culla, in particolare quando il rapporto dimensionale li rende potenzialmente instabili;
• installare barriere fotosensibili intorno alla “area di stoccaggio temporaneo” per arrestare i movimenti della macchina qualora sia necessario l’intervento dei lavoratori.

Data di pubblicazione: febbraio 2013