Bastava uno sguardo

Luogo: provincia del Verbano Cusio Ossola, Piemonte

Data: 2006

Comparto produttivo: metalmeccanica

Esito: un lavoratore ha riportato gravi danni e l’amputazione di una gamba

Dove è avvenuto: impianto di laminazione in un’azienda che produce laminati in acciaio di piccole dimensioni

Cosa si stava facendo: l’infortunato, insieme a un collega, sovraintendeva al ciclo produttivo nel reparto di impaccatura e confezionamento dei laminati in acciaio.

Descrizione infortunio: mentre il lavoratore era intento a martellare una barra metallica mal posizionata che avrebbe potuto bloccare l’intero ciclo produttivo, un collega assunto da soli cinque giorni con contratto di lavoro interinale ha rimesso in moto il macchinario. Il lavoratore non si è accorto del riavvio del macchinario, anche perché indossava gli otoprotettori, ed è stato schiacciato rischiando di perdere la vita.

Come prevenire: il quadro comandi per la messa in moto della macchina avrebbe dovuto prevedere un dispositivo dotato di selettore a chiave rimovibile esclusivamente dal personale autorizzato. Ciò avrebbe impedito il verificarsi dell’infortunio nonostante una possibile azione “impropria” da parte di altri lavoratori.